Home TravelQuotidiano

La Polonia che non ti aspetti Una terra ricca di cultura e di paesaggi incontaminati che richiede ben più di una visita

2

Breslavia – La piazza del mercato con i colorati edifici storici. Regione della Slesia.

Breslavia a tutta cultura

Breslavia (Wroclaw), una delle più antiche città della Polonia, è oggi un centro urbano vivace, colorato e stimolante. Fresca della nomina di European Best Destination 2018, nel 2016 è stata Capitale europea della cultura e l’aspetto culturale è sicuramente ancora il suo punto forte, con le tante gallerie, festival di respiro internazionale e iniziative. Passeggiando per la città, è facile rendersi conto della ricca storia osservando gli edifici e i luoghi che spiccano per fascino e per la loro importante eredità culturale. La vicinanza del fiume Oder, sul quale si sviluppa la città, con 12 isole e oltre 100 ponti, rende le passeggiate particolarmente piacevoli. Da non perdere le figurine di bronzo degli gnomi, divenuti ormai elementi fissi del paesaggio di Wroclaw (ce ne sono quasi 500, di cui uno è italiano), o la penisola Ostrow Tumski, la parte più antica della città, dove il lampionaio accende ogni sera le lanterne a gas. Le linee gotiche della colorata piazza del Mercato con il caratteristico municipio, il quartiere delle Quattro Confessioni con i templi ortodosso, cattolico, evangelico-augustano ed ebraico testimoniano la complessa identità della città che le è valso l’appellativo di “città del dialogo”.

Lodz, l’alternativa

Ma oltre alle mete più conosciute, ci sono destinazioni ancora tutte da scoprire e alternative. Una vera chicca è Lodz, una città nel centro della Polonia piena di contrasti e di energia creativa che accoglie i viaggiatori che amano scoprire realtà nuove. Nel 2019 è stata classificata al secondo posto da Lonely Planet come Best Value Destination e c’è un perché: i suoi contrasti affascinanti; le fabbriche di mattone che ricordano il celebre passato industriale degli inizi dell’Ottocento circondate da tantissimi parchi; gli imponenti palazzi in stile Liberty accanto ai migliori murales della Polonia e alle installazioni di arte contemporanea ne fanno una meta vibrante.

Lodz

Poznam, delizia del palato

Sempre più apprezzata anche la coloratissima Poznan, città del design e dell’arte, dei cornetti di San Martino, della birra artigianale e della gastronomia.

Facciate rinascimentali sulla piazza del mercato al centro di Poznan.

Il costante aumento dei collegamenti low-cost favorisce i viaggi alla scoperta di nuove destinazioni. Una delle novità interessanti del 2018 è stata per esempio l’apertura della rotta stagionale easyJet Milano-Lublino, città della omonima regione nell’est della Polonia. La regione di Lublino con la sua atmosfera di confine tra Oriente e Occidente, con i tanti eventi, la natura incontaminata e l’architettura unica (come quella della “città ideale” del rinascimento Zamość) è senza dubbio una meta che può essere d’ispirazione per i viaggiatori più curiosi. Pochi giorni fa è partito un nuovo volo BlueAir fra Torino e Cracovia, potenziando l’influsso turistico dalle parti del nord Italia.

D’estate ci si può concentrare sulle regioni dove la natura è intatta. In forte aumento è l’interesse per il turismo outdoor  e il turismo attivo, soprattutto il ciclismo che in Polonia viene favorito dalle molte piste ciclabili e dagli itinerari suggestivi, come il Green Velo, l’itinerario che attraversa cinque regioni per oltre 2000 km. Molto suggestive le spiagge bianche e le dune mobili del Mar Baltico, le migliaia di laghi della Masuria, la foresta primordiale di Białowieża dove vivono i żubr, ultimi bisonti d’Europa, i tanti boschi e parchi nazionali, le montagne della catena dei Bieszczady e quelle di tipo alpino: i Tatra.

Le dune del Parco Nazionale Slowinski.

 

L’inverno è invece periodo ideale per immergersi in un’esperienza di viaggio fatta di luci, calore e atmosfera magica. In Polonia, l’inverno è sinonimo di tradizione, profumi e sapori, shopping originale e romanticismo. Le città letteralmente si trasformano: le strade vengono addobbate di luci natalizie e le bancarelle dei mercatini di Natale si fanno spazio nelle piazze dei centri storici. Le piste di ghiaccio gratuite in centro città invitano a fare un po’ di movimento all’aperto e i parchi illuminati accolgono i visitatori per le passeggiate serali. Qui nessuno teme il freddo e un po’ di neve fresca che copre le città con un mantello scintillante rende le giornate invernali.

Informazione P.R.