Home TravelQuotidiano

La Polonia che non ti aspetti Una terra ricca di cultura e di paesaggi incontaminati che richiede ben più di una visita

2

Città d’arte, siti Unesco, natura incontaminata e nuove destinazioni che svelano al viaggiatore tesori nascosti; opere d’arte che arricchiscono il tessuto urbano o nuovi spazi creativi, inseriti in contesti di vecchi edifici postindustriali rivitalizzati; ultimi bisonti europei, foreste primordiali, dune di sabbia che nascondono resti di antiche foreste, migliaia di laghi, miniere d’oro, di sale e d’argento, castelli teutonici, tesori d’arte medievale, architettura moderna… Benvenuti in Polonia, una destinazione sorprendente e raggiungibile dall’Italia con solo due ore di volo, trasformatasi negli ultimi anni in una delle mete preferite degli italiani sia per le vacanze estive che per un city break di 2-3 giorni.

La Polonia viene apprezzata per il ricco patrimonio culturale e artistico, il paesaggio naturale, le infrastrutture moderne e accoglienti, la sicurezza e la cura degli spazi pubblici, l’atmosfera autentica, la cordialità degli abitanti, la cucina tradizionale e l’ottimo rapporto qualità-prezzo.

 

Varsavia, frizzante e cosmopolita

Le città sono ricche di storia che si può letteralmente toccare con le mani. Un esempio? Varsavia, la capitale frizzante e moderna che tuttavia porta con orgoglio le cicatrici di un passato doloroso, sempre pronta a testimoniare la sua incredibile rinascita dalle ceneri della Seconda Guerra Mondiale, dalle quali è sorta una delle località più vivaci d’Europa. Qui pittoreschi palazzi, ricostruiti grazie alle opere settecentesche di Bernardo Bellotto detto Canaletto, si affiancano ai grattacieli firmati dai più grandi architetti del mondo e all’architettura socialista, con il suo simbolo più forte, il Palazzo della cultura e della scienza. I moderni musei interattivi permettono di esplorare la storia in modo sensoriale, come il museo dell’Insurrezione di Varsavia o il museo degli Ebrei Polacchi Polin, vincitore di vari riconoscimenti internazionali.

Varsavia è una città molto vivibile, ben organizzata e soprattutto accogliente in ogni suo aspetto, compreso quello culturale. Come non ricordare, infatti, che a questa città fu legato Chopin, alla memoria del quale sono dedicati molti luoghi e spazi pubblici; a partire da maggio e fino a settembre, ogni domenica vengono organizzati dei concerti gratuiti nel parco reale Lazienki per permettere a tutti di entrare in contatto con la musica del famoso compositore polacco. Durante la stagione estiva sulla Vistola, ci sono molti spunti per trascorrere una serata tra i tanti locali all’aperto, fare una gita in barca o usufruire dei battelli gratuiti che uniscono le due rive del fiume. Arrivare dall’altra parte del fiume conviene, in quanto è la sponda del quartiere più bohemienné della città, il quartiere Praga, un paradiso di street art, locali alla moda, atelier di artisti e gallerie d’arte.

 

Il Castello di Varsavia